sabato 29 maggio 2010

Il codice QR

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 16:50, quest' articolo ha: 0 commenti.

qrcodeCosa è questa strana immagine? Cosa sono i codici QR? Come si usano? A cosa servono?Oggi proverò a spiegarvelo...

Il codice QR (Quick Response, Risposta Rapida) è paragonabile ad un codice a barre, con una piccola differenza, la multimedialità.

Questo codice può contenere al suo interno una svariata quantità di dati: testi, link, informazioni riguardanti più aspetti.Il codice QR ha un enorme potenzialità perché è in grado di memorizzare moltissime informazioni testuali che possono essere lette in un istante mediante barcode scanner o altri programmi di cattura, ad esempio anche tramite un telefonino (purchè dotato di una fotocamera ed un software apposito.


Etichette: , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici

Interviste: Gabriele Picelli

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 09:00, quest' articolo ha: 0 commenti.

D: Ciao Gabriele, e grazie del tempo che mi dedichi per questa intervista.
R: Ciao Luca...

D: Presentati un pò a chi non ti conosce...
R: Mi chiamo Gabriele Picelli sono nato a Parma il 24/12/1959

D: Quando hai conosciuto il football americano e come?
R: nel 1981 all'epoca facevo pugilato, un amico mi venne a chiamare dicendomi, vieni con me ti voglio far vedere uno sport nuovo dove ci vuole gente con le palle, ero già sposato con un figlio, arrivai al campo dove vi erano un gruppo di ragazzi che facevano tutto quello che gli dicevano due strani individui, erano gli albori del Football Americano a Parma, i due individui si chiamavano Vic Dasaro E Bob Corona, restai letteralmente folgorato da quello che mi lasciò quella mattinata, immaginando come sarebbe stato con un casco ed una spalliera, visto che sarebbero arrivate due mesi dopo, ancora oggi provo le stesse emozioni che provai quella mattina, e cerco di insegnarle a più ragazzi possibili con i miei Bobcats.

D: In quali squadre hai militato?
R: Come giocatore solo nei Panthers, come allenatore Panthers, Towers (aiutavo Vic) Hogs, Panthers, Bobcats.

D: In quale ruolo hai giocato nella tua carriera, qual'è quello che hai sentito più tuo e qual'era il tuo numero di maglia?
R: NG,DT,DE, il ruolo che ho sentito più mio e stato il DT,con il numero 96

D: Il football rispetto agli anni d'oro è indubbiamente cambiato, secondo te quale può essere una soluzione per riportarlo ai fasti di un tempo?
R: è cambiato perchè la gente è cambiata, basterebbe la volontà da parte di tutti di fare le cose insieme senza il pensare solo al proprio orticello.

D: La presenza di giocatori di scuola americana (intesa come statunitensi, messicani e canadesi) può essere di aiuto a far crescere il livello del football o secondo te e meglio per le squadre dotarsi di allenatori di scuola americana?
R: La presenza di giocatori Americani e sicuramente molto importante, ma non in massa come si vede in giro, un americano e più che sufficiente anche perchè il rischio e che i nostri ragazzi smettano perchè non trovano spazio, specialmente nei ruoli chiave, meglio investire su gli allenatori che ti servono per erudire i coach Italiani.

D: Lo sport sicuramente aiuta i ragazzi a maturare e crescere, cosa può insegnare per la vita di tutti i giorni il football?
R: Il football ti insegna che per ottenere qualcosa, devi dare tantissimo, che è quello che trovi nella vita reale,poi ti insegna a fidarti totalmente di chi sta al tuo fianco.

D: Se tu dovessi racchiudere il tuo concetto del football in una frase sarebbe?
R: il Football non è solo uno sport, ma uno "stile di vita".

D: Sportivamente parlando la tua maggior soddisfazione?
R: aver creato i Bobcats nel 1983(vincendo il young bowl nel 1983 alla guida degli Hogs con i quali vinsi il silver bowl nel 1998 e ricreare i Bobcats nel 2003

D: Dai la smetto di romperti le scatole e alla Marzullo ti dico "Caro Picelli, si faccia una domanda e si dia una risposta."
R: Picelli..ormai sei antico e sorpassato, quando smetterai di rompere le scatole? La smetterò quando si spegnerà la fiamma che mi ha folgorato tanti anni fa.

D: Ciao e grazie!
R: Ciao e grazie a te!


Etichette: , , , , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici